Recupero e risanamento acque

La soluzione più efficace per il recupero di acque meteoriche è quella che prevede un impianto costituito da una rete di raccolta, adduzione e successiva distribuzione delle acque recuperate, un sistema di trattamento delle acque raccolte, un serbatoio di accumulo e un sistema di pompaggio per il riutilizzo.

In questo campo, in continua espansione grazie all’approccio costruttivo sempre più ecologico e sostenibile, BigMat De Tommasi collabora con Rototec per offrire soluzioni complete ed efficaci per il recupero delle acque meteoriche con, in più, il supporto dei Big Pro, sempre disponibili per offrire consigli professionali sia in fase di progettazione che di installazione.

Scheda tecnica

 alcune soluzioni

Degrassatore + impianto a fanghi a ossidazione totale

Gli impianti a fanghi attivi a ossidazione totale sono sistemi di trattamento primario delle acque reflue precedentemente degrassate. Sfruttano l’azione di colonie batteriche che, rimanendo in sospensione nel liquame, consumano il materiale organico biodegradabile utilizzandolo come nutrimento per ottenere l’energia necessaria e il materiale occorrente per la sintesi di nuove cellule. In questo modo si ottiene la formazione di composti via via più stabili fino alla completa degradazione del carico organico. Negli impianti a fanghi attivi si sviluppano elevatissime concentrazioni di batteri di tipo aerobico, in grado cioè di assorbire l’ossigeno disciolto nell’acqua per consumare il materiale biodegradabile. Per garantire la concentrazione di ossigeno necessaria per lo sviluppo delle reazioni biologiche viene utilizzato un sistema di aerazione mediante diffusori sommersi, che dal fondo della vasca disperdono un flusso d’aria a bolle fini. Questa soluzione garantisce anche un’adeguata miscelazione per mantenere in sospensione le elevate concentrazioni di solidi presenti in vasca.

Fogna più alta dell’impianto

Le stazioni di sollevamento per acque nere sono sistemi che permettono di sollevare e trasferire reflui verso stazioni poste a quote superiori (sistemi fognari, sistemi di depurazione). Sono necessarie, per esempio, quando la quota degli scarichi dei WC è più bassa dell’impianto di depurazione o delle condotte fognarie (scantinati, locali interrati) o quando il profilo idraulico del sistema di depurazione non riesce a svilupparsi per gravità. La stazione è formata da una vasca di accumulo in polietilene lineare ad alta densità (LLDPE), di varie dimensioni, all’interno della quale è installata una elettropompa sommersa. Sono previsti modelli a doppia pompa nel caso di portate dei reflui da sollevare molto elevate e/o variabili, o quando sia necessaria la presenza di una pompa di riserva. Le pompe sono collegate a opportuni quadri elettrici per far si che il comando di avvio possa essere, a seconda delle esigenze, manuale o automatico mediante l’intervento di galleggianti di marcia/arresto posizionati all’interno della cisterna. Le stazioni di sollevamento, a seconda delle esigenze, possono essere equipaggiate con varie tipologie di pompe caratterizzate da diverse prevalenze, portate e pressioni d’esercizio. Per pompe con caratteristiche particolari contattare l’ufficio tecnico ROTOTEC.

Vasca imhoff + scarico in fogna

La degrassatura è un pre-trattamento fisico di rimozione degli oli, delle schiume, dei grassi e di tutte le sostanze che hanno peso specifico inferiore a quello del liquame.

Il degrassatore non è altro che una vasca di calma in cui avviene la separazione per flottazione (risalita) delle sostanze a peso specifico inferiore a quello dell’acqua e la sedimentazione di una parte dei solidi sospesi che si depositano sul fondo della vasca.

Sono principalmente utilizzate nel trattamento primario delle acque grigie provenienti da cucine, lavandini, bidet, docce, vasche da bagno, lavatrici e lavastoviglie.

Impianto a fanghi attivi a basso carico

Gli impianti a fanghi attivi sono sistemi di trattamento secondario. Sfruttano l’azione di colonie batteriche che, rimanendo in sospensione nel liquame, consumano il materiale organico biodegradabile utilizzandolo come nutrimento per ottenere l’energia necessaria e il materiale occorrente per la sintesi di nuove cellule. In questo modo si ottiene la formazione di composti via via più stabili fino alla completa degradazione del carico organico. Negli impianti a fanghi attivi si sviluppano elevatissime concentrazioni di batteri di tipo aerobico, in grado cioè di assorbire l’ossigeno disciolto nell’acqua per consumare il materiale biodegradabile. Per garantire la concentrazione di ossigeno necessaria per lo sviluppo delle reazioni biologiche viene utilizzato un sistema di aerazione mediante diffusori sommersi che, dal fondo della vasca, disperdono un flusso d’aria a bolle fini, Questa soluzione garantisce anche un’adeguata miscelazione per mantenere in sospensione le elevate concentrazioni di solidi presenti in vasca.

Vasca imoff + trattamento secondario spinto

I trattamenti secondari, formati da un percolatore anaerobico e da un impianto a fanghi attivi con ricircolo fanghi, permettono di ottenere un abbattimento vicino al 100 % del carico organico e dei solidi sospesi, e una riduzione molto spinta del carico di azoto e di fosforo contenuti nelle acque reflue civili. In questo modo, il refluo scaricato rispetta i limiti della tabella 4 dell’allegato 5 del D.lgs 152/2006 per lo scarico sul suolo. Il filtro percolatore è un reattore biologico nel quale i microrganismi, in condizioni anaerobiche, utilizzano la sostanza biodegradabile contenuta nel refluo. Questi si sviluppano sulla superficie di appositi corpi di riempimento in polipropilene disposti alla rinfusa, studiati proprio per rendere massima la superficie di contatto tra i microrganismi e il refluo. Gli impianti a fanghi attivi sono sistemi nei quali la flora batterica si sviluppa in colonie che rimangono in sospensione nel refluo e consumano il materiale biodegradabile rimanente. Il processo è totalmente aerobico e l’ossigeno necessario allo sviluppo dei batteri è fornito da un sistema di aerazione mediante diffusori sommersi che, dal fondo della vasca, disperdono un flusso d’aria a bolle fini. Questo garantisce anche una continua miscelazione del refluo. Il sistema di ricircolo fango permette di creare condizioni ottimali per lo sviluppo e il mantenimento della flora batterica responsabile dell’abbattimento dei vari inquinanti presenti nel refluo.

AFFIDATI ALLA COMPETENZA DEI NOSTRI BIG PRO.

I nostri professionisti sono a disposizione per guidarti sulla scelta dei prodotti più adatti.

Mimmo Cusumano
Mimmo Cusumano-CHIERI-
+39 0110658306
Fabio Manfrin
Fabio Manfrin-TORINO-
+39 01118757951
Marco Parolin
Marco Parolin-ASTI-
+39 01411782224
Salvatore Roccia
Salvatore Roccia-NIZZA M.TO-
+39 0141702965
Luca Zoggia
Luca Zoggia-CHIVASSO-
+39 0119109716

i 5 Big

i 5 Big

I NOSTRI PUNTI VENDITA IN PIEMONTE

CHIERI

TORINO

ASTI

NIZZA MONFERRATO

CHIVASSO